Legumi morbidi grazie a dei piccoli trucchi: ecco come fare

Legumi morbidi grazie a dei piccoli trucchi: ecco come fare

Legumi morbidi grazie a dei piccoli trucchi: ecco come fare

Legumi morbidi: ti spieghiamo come cucinare al meglio questa fonte essenziale di proteine indispensabili per la nostra alimentazione

legumi sono alimenti importantissimi per la nostra alimentazione. Rappresentano una fonte di proteine non animale che è fondamentale per una dieta sana ed equilibrata. Secondo gli studi avrebbero un effetto saziante con diversi effetti benefici, dalla protezione della flora batterica al controllo del glucosio e del colesterolo.

Non a tutti piacciono tutte le varietà ma l’importante è assumerli. Dai fagioli, ai ceci e le lenticchie, quelli più consumati durante tutto l’anno, fino alle fave e ai piselli.

Cucinarli nel modo giusto è essenziale per godere del loro sapore e delle loro proprietà nutritive ma non sempre lo facciamo, perché andiamo di fretta, o perché magari non siamo poi così bravi ai fornelli. I legumi secchi, infatti, hanno bisogno di essere cotti, ma secondo i tempi giusti e se non si fa attenzione si rischia di renderli immangiabili.

Esistono però dei trucchi, quelli che usano gli chef, che ci regalano dei legumi morbidissimi. Vi spieghiamo quali sono e come metterli in atto.

Potrebbe interessarti anche la ricetta per preparare le lenticchie in umido

Legumi morbidi, due trucchi fai da te per la cottura

Gustare un buon piatto di legumi morbidi in casa non è certo un sogno o un’utopia. Con le giornate fredde una bella zuppa ci riscalda e ci ristora. E allora vediamo insieme come procedere per cucinare i legumi nel miglior modo possibile.

Ci sono, infatti, alcune piccole accortezze da seguire, che permettono di portare in tavola fagioli, ceci, lenticchie super morbidi, quasi da sciogliersi in bocca. Quando si tratta di legumi secchi, innanzitutto serve metterli in ammollo. Alcuni inseriscono il bicarbonato, correndo il rischio però di sentire il sapore di quest’ultimo durante il pasto. C’è un metodo alternativo che permette di evitare questo inconveniente.

Dopo aver messo i legumi in ammollo e averli sciacquati, è bene passarli in una pentola con l’acqua fredda e metterla sul fuoco, senza sale, essenziale è metterlo solo a fine cottura. Questo è un passaggio sostanziale, perché proprio grazie a questo i legumi non risulteranno duri. Inoltre, nella pentola con l’acqua va inserito un sacchetto di garza con della farina dentro. È questo uno dei segreti che adottano gli chef per avere legumi morbidissimi.

Potrebbe interessarti anche la ricetta per preparare le lenticchie con il cotechino

Oltre a questo, soprattutto per i ceci, c’è un altro trucco che può essere adottato. Dopo circa 30 minuti di cottura, si può gettare in pentola un bicchiere di acqua fredda, interrompendo così il bollore e dunque la cottura che riprenderà dopo un po’. In questo modo si mette in atto una sorta di doppia cottura che li rende ancora più teneri.

Leggi anche la ricetta del pandoro senza glutine e senza latte.

Segui su Instagram @cuciniamoli per trovare tante ricette senza latte e senza glutine, Puoi trovare anche tanti video tutorial per preparare con semplicità tanti dolci e salati senza latte e senza glutine. La cucina per tutti.

Vedi anche qui, prova a preparare le olive all’ascolana senza glutine e senza latte. Sono un’ottima idea per un aperitivo con gli amici.

Fonte qui

 

cuciniamolitutti

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: