Alimentazione post Covid

Alimentazione post Covid

Alimentazione post Covid

Alimentazione post Covid: le indicazioni del nutrizionista per rimettersi in forze

Vediamo subito quali sono le indicazioni per Alimentazione post Covid

Quale alimentazione seguire dopo essere guariti dal Covid? Il dottor Alexis Malavazos spiega quali sono i nutrienti indispensabili per tornare in salute dopo aver affrontato il virus.

Chi ha avuto a che fare con il Covid-19 nelle sue manifestazioni peggiori come febbre alta, tosse e polmonite sa bene che il recupero può essere lento e complesso.

Un gruppo di esperti in nutrizione del Gruppo San Donato ha prodotto il libretto “Indicazioni nutrizionali per soggetti affetti o guariti da COVID-19″. Guidati dal dottor Alexis Malavazos, responsabile Nutrizione Clinica e Prevenzione Cardiovascolare dell’IRCCS Policlinico San Donato, hanno fornito suggerimenti alimentari a tutti coloro che sono riusciti a superare la malattia.

“Il virus debilita causa astenia, dolori simil influenzali, mancanza di energia – ha spiegato a Fanpage.it il dottor Alexis Malavazos – e comporta anche una grave inappetenza dovuta a quel sintomo così particolare e caratteristico di questa malattia che è l’anosmia, ovvero la mancanza di olfatto e di sapore”. Un’altra conseguenza riguarda invece i muscoli. “A causa dei lunghi ricoveri, ospedalieri o casalinghi, l’apparato muscolare è stato scarsamente stimolato, è stato impossibile mantenere un normale trofismo. E per questo motivo moltissimi pazienti sono andati incontro anche alla sarcopenia, ovvero alla perdita di massa muscolare”.

Prima di tutto: le proteine

Per rimettersi in forma è assolutamente necessario seguire un’alimentazione completa e che tenga conto dei principi della dieta mediterranea. “Partiamo dalle proteine: devono essere sicuramente presenti in ogni pasto – suggerisce il dottor Malavazos – Forniscono energia e sono indispensabili soprattutto nei pazienti che hanno dovuto affrontare un lungo ricovero”. Ma proteine non fa per forza rima con carne. “Bisogna privilegiare le proteine di origine vegetale, ovvero i legumi. In alternativa favoriamo il pesce. L’importante è ridurre il consumo di carne rossa e anche di affettati e formaggi. Alimenti come questi infatti, anche se contengono proteine, possono aumentare il livello di infiammazione del nostro organismo”. Fonte

Leggi la ricetta del pandoro senza glutine

Segui su Instagram @cuciniamoli per trovare tante ricette senza latte e senza glutine, Puoi trovare anche tanti video tutorial per preparare con semplicità tanti dolci e salati senza latte e senza glutine.

Vedi anche qui, prova a preparare le olive all’ascolana senza glutine e senza latte. Sono un’ottima idea per un aperitivo.

Carnevale è alle porte. Prepariamo insieme i dolci tradizionali nella versione senza latte e senza glutine. Leggi qui la ricetta delle ciambelline di Carnevale.

cuciniamolitutti

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: