Antonino Cannavacciuolo racconta della nonna

Antonino Cannavacciuolo racconta della nonna

Antonino Cannavacciuolo racconta della nonna

Cannavacciuolo ricorda e racconta della nonna e quel lutto che ancora lo addolora.

Antonino Cannavacciuolo racconta della nonna “Era una persona speciale, vive dentro di me”

Tutti noi siamo abituati a vedere Antonino Cannavacciuolo ai fornelli. Oppure nei programmi televisivi di cui è protagonista, sempre con il sorriso sulle labbra e la sua irresistibile ironia.

In un’intervista rilasciata a Mara Venier a Domenica In, lo chef ha parlato della sua vita, raccontando anche di un doloroso lutto che lo ha segnato profondamente: ecco le sue parole.

In particolare in un’intervista rilasciata a Domenica In nel 2019, però, lo chef si è lasciato andare anche a un racconto doloroso del suo passato. Racconta  della scomparsa di sua nonna, alla quale era incredibilmente legato: “E’ successo 25 anni fa, ero giovane, ma mi è rimasta dentro in modo forte.

E’ il mio angelo custode”, ha raccontato Cannavacciuolo, che ha anche confessato di alzare spesso gli occhi al cielo durante la giornata per cercarla. Racconta lo chef “La cerco prima di ogni sfida che devo affrontare, anche prima di entrare qui dentro.

C’è un legame speciale”. Alla domanda di Mara Venier sul perché di questo rapporto così profondo tra lui e sua nonna? Cannavacciuolo ha spiegato: “Era speciale, non vedeva mai il male, era sempre pronta ad aiutare gli altri”.

Un vero e proprio esempio di vita, dunque, per Antonino, che tiene il suo ricordo sempre vivo dentro di sé. Fonte

Leggi la ricetta del pandoro senza glutine, dolce tradizionale del Natale nella versione senza latte e senza glutine, con la doppia lievitazione.

Segui tutte le nostre preparazioni anche su Instagram @cuciniamoli per trovare tante ricette senza latte e senza glutine, Puoi trovare anche tanti video tutorial per preparare con semplicità tanti dolci e salati senza latte e senza glutine.

cuciniamolitutti

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: