Risotto alla sbirraglia

Risotto alla sbirraglia

Risotto alla sbirraglia

Questo Risotto alla sbirraglia  viene cucinato insieme a pezzetti di pollo. Ricorda, i secoli scorsi, quando i gendarmi austriaci (sbirri) entravano di prepotenza nelle fattorie, preparandosi da mangiare con i pezzi razziati.

Il Risotto alla sbirraglia risulta migliore se si disossa il pollo, utilizzando la carcassa per il brodo mentre la polpa, dopo aver eliminato la pelle, come indicato nella ricetta nella versione senza latte e senza glutine

Ingredienti per 4 persone
  • 350 gr di riso
  • un pollo novello già pulito di circa 700 gr con fegato, cuore e stomaco
  • 100 gr di polpa magra di vitello in un’unica fettina
  • 50 gr di margarina di soia
  • 2 cipolle
  • 2 carote
  • 1 costola di sedano
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • mezzo bicchiere di buon vino bianco secco
  • sale
  • pepe.
Procedimento

Fiammeggiate il pollo,  lavatelo, asciugatelo e tagliatelo a pezzi, scartandone più ossa possibile.

Togliete le ali, lo stomaco ed  il cuore e metteteli in una pentola con una carota, precedentemente lavata, la cipolla intera e metà sedano, ed un litro e  mezzo di acqua leggermente salata.

Ponete il recipiente sul fuoco portando a ebollizione, quindi  abbassate il fuoco e lasciate cuocere lentamente per un’ora in modo da ottenere un buon brodo.

Pulite e lavate tutte le altre verdure rimaste, quindi, tritatele finemente e mettetele  in una casseruola dal fondo pesante con  metà margarina di soia e tre cucchiai di olio extravergine di oliva.

Portate il recipiente sul fuoco moderato e fate rosolare il trito di verdure  fino a che risulteranno appassite.

Aggiungete quindi i due tipi di carne, il fegato tagliato a pezzetti, sale, il  pepe macinato fresco, e continuate la rosolatura bagnando col vino bianco secco.

Lasciatelo evaporare e proseguite la cottura aggiungendo, se necessario un po’ di brodo bollente.

A metà cottura versate il riso,  mescolate con il cucchiaio di legno e unite il  brodo bollente, portando a termine la cottura del riso. Prima di servire in tavola, mantecate con la rimanente margarina di soia.

Leggi la ricetta del pandoro senza glutine.

Segui tutte le nostre preparazioni anche su Instagram @cuciniamoli per trovare tante ricette senza latte e senza glutine, Puoi trovare anche tanti video tutorial per preparare con semplicità tanti dolci e salati senza latte e senza glutine.

 

cuciniamolitutti

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: