Covid chiusure illegittime

Covid chiusure illegittime

Covid chiusure illegittime

Lo chef stellato si ribella “Chiusure illegittime” per Covid

Lo chef stellato, Roberto Bottero si ribella “Chiusure illegittime” per Covid

Subito critica i provvedimenti “Volevano evitare la terza ondata ed è già arrivata: il problema non siamo noi”

Così dopo le ultime decisioni del governo, “Io apro” è diventato un grido di protesta per i ristoratori italiani. Infatti è nato un richiamo sui social network per ristoratori da tutta Italia. Sono  in migliaia – a quanto pare – pronti a riaprire il 15 gennaio, andando quindi contro il Governo.

Diverse adesioni arrivano anche dal modenese, ma a Reggio l’associazione dei Ristoratori Responsabili ha dichiarato di non essere intenzionata a partecipare.

Sembra tuttavia che ci siano dei simpatizzanti – nell’eventualità parteciperebbero a titolo personale e non in rappresentanza della neo-associazione di ristoratori. fonte: ilrestodelcarlino.it 

Il prossimo Dpcm, previsto per il 16 gennaio 2021, sta delineando nuovamente le regole per bar, pub e locali.

Con una nuova tegola, ancora in fase di discussione finale, che dovrebbe prevedere misure ulteriormente più restrittive per bar e ristoranti. Ci sarà il divieto di asporto di cibi e bevande a partire dalle 18, eccezion fatta per la consegna a domicilio.

Continua a leggere…

Ebbene, dopo mesi di restrizioni e chiusure e dopo le proteste delle ultime settimane, c’è chi non ci sta. Molti tra ristoratori e gestori di locali in tutta Italia contestano la proroga dello stop alle cene e hanno deciso di organizzarsi e sfidare le regole (senza trasgredirle) tenendo aperte le attività.

Leggi la ricetta del pandoro senza glutine.

Segui tutte le nostre preparazioni anche su Instagram @cuciniamoli per trovare tante ricette senza latte e senza glutine, Puoi trovare anche tanti video tutorial per preparare con semplicità tanti dolci e salati senza latte e senza glutine.

E’ arrivato anche  un appello lanciato su Facebook da Maurizio Stara, titolare del pub RedFox di Cagliari, che ha chiesto l’adesione dei gestori di altri locali in Italia: in una sorta di protesta pacifica ha iniziato a pubblicare sui social foto che ritraggono i consentiti 4 commensali seduti intorno allo stesso tavolo (come se dovessero consumare) con gli hashtag #ioapro e #nonspengopiùlamiainsegna. A dimostrare che i locali possono garantire il distanziamento sociale e il rispetto delle regole. Fonte www.agrodolce.it 

cuciniamolitutti

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: