Beppe Bigazzi è morto

Beppe Bigazzi è morto

Beppe Bigazzi è morto

Beppe Bigazzi è morto, ecco la rivelazione choc dello chef

E’ ormai di dominio pubblico la notizia che Beppe Bigazzi è morto, fatto avvenuto qualche giorno fa.

Sono in molti a chiedersi: come è morto? Il gastronomo e giornalista, divenuto famoso grazie alla sua partecipazione come ospite fisso e quasi co-conduttore de ‘La Prova del Cuoco’ infatti, aveva fatto perdere le sue tracce da molto tempo. Dopo il ritiro dalla tv ben poco si sapeva di lui, tanto meno se fosse malato o meno, per cui la notizia della sua morte ha lasciato di stucco moltissimi affezionati del programma.

Beppe Bigazzi ma Come è morto La rivelazione choc dello chef

Eppure, nonostante tutti questi messaggi sentiti, Bigazzi è andato via praticamente da solo. Per suo esplicito volere, come racconta lo chef Paolo Tizzanini, tra i pochi che Bigazzi abbia voluto al suo capezzale. Ed è proprio lui che ha diffuso per primo la notizia della triste dipartita, sulla sua pagina Facebook, con un messaggio commovente e sentito.

Ed è lui dunque anche a rivelare come è morto il gastronomo, raccontando in una intervista a Fanpage i dettagli degli ultimi giorni di vita. Lo chef ha smentito categoricamente che Bigazzi fosse malato e racconta come si fosse lasciato autonomamente e lucidamente morire. Insomma, Bigazzi stesso avrebbe deciso di voler porre fine ai suoi giorni dal momento che, a parte qualche acciacco tipico dell’età avanzata, godeva di ottima salute. Improvvisamente, ha smesso di alimentarsi, così come racconta lo chef.

“Era diventato 20 chili, non mangiava più. Ma era a casa tranquillo, sereno nel suo letto. Quando la dottoressa lo ha visitato, qualche giorno prima di morire, lo ha rimproverato: ‘Signor Beppe, lei non ha una malattia. È lei che non reagisce’. Ha avuto il coraggio di decidere per se stesso fino all’ultimo e va rispettato anche per questo. Con la sua intelligenza e la sua saggezza, avrebbe potuto vivere fino a 200 anni. Ha scelto di andare via in maniera serena” ha raccontato Tizzanini. Specificando: “Beppe non era gravemente malato, nè intubato com’è stato scritto. Aveva avuto un problema di salute di quelli che capitano a chi ha 80 anni, ma l’aveva superato abbastanza bene. La mia impressione è che abbia voluto morire. La sua non era la cartella clinica di un malato terminale. Non lottava contro alcun male”.

Chef Tizzanini racconta: “Si è lasciato morire. Nessuno al suo funerale”

Tanto era consapevole di ciò che stava accadendo che avrebbe dato precise disposizioni circa il suo funerale. Anche la diffusione della notizia della sua morte, è stata minutamente veicolata secondo il suo volere, come racconta lo chef. “Giuseppina (la moglie ndr) mi aveva detto che, per volontà di Beppe, non avremmo dovuto dire nulla agli amici prima delle esequie. Ha voluto funerali privati e aveva disposto che vi partecipassero solo i figli, la moglie, altre poche persone, io e mia moglie Daniela. Nessun altro. Ha scelto di andarsene tranquillamente, senza troppi clamori. Si era ritirato a vita privata dal momento in cui aveva deciso di chiudere con la televisione ma la sua mente è stata lucidissima fino all’ultimo giorno”.

Leggi anche qui, per trovare tante idee per il menu di Natale covid  senza latte e senza glutine

Nessun addio in pompa magna quindi, per Bigazzi: alla celebrazione infatti c’erano appena una ventina di persone. Nessun personaggio dello spettacolo, nessuna telecamera. Lo chef conclude con un ricordo dell’amico: “Era profondamente diverso da tutti gli altri. Non desiderava apparire, preferiva essere. Era un signore, un uomo del rinascimento nato nel secolo sbagliato. Era capace di fare tutto e fino in fondo ha dimostrato la sua fortissima personalità. Ha voluto che la morte non avesse risonanza”.

Segui su Instagram @cuciniamoli per trovare tante ricette senza latte e senza glutine. Puoi trovare anche tanti video tutoria per preparare velocemente i nostri piatti.

Fonte: ricettasprint.it

cuciniamolitutti

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: