Rostisciada  milanese senza glutine.

Rostisciada  milanese senza glutine.

Rostisciada  milanese senza glutine. Una preparazione molto adatta ad un menù di tipo rustico.  Si prepara e si consuma subito ma può essere gustata anche il giorno dopo senza cambiare il sapore.

Ingredienti per 6 persone per Rostisciada  milanese senza glutine.
  • 400 gr di lonza di maiale a fettine fettine sottili
  • 200 gr di salsiccia
  • 250 gr di cipolline piccole affettati sottilmente
  • 2 pomodori maturi pelati e privati dei semi
  • 60 gr di margarina di soia
  • pepe e sale

per accompagnare polenta calda appena fatta.

Lavate la salsiccia, asciugatele e tagliatele a pezzi di circa 10 cm e tenetela da parte. Intanto in un tegame, possibilmente di terracotta, mettete le  cipolline affettate, la margarina di soia, un pizzico di sale e pepe e fatele cuocere a fiamma molto bassa a recipiente coperto fino a quando emetteranno del liquido, a questo punto,  togliete il coperchio, e sempre rigirando con un cucchiaio di legno, continuate la cottura per quasi mezz’ora finché saranno completamente e leggermente dorate.

Spezzettate i pomodori e aggiungeteli alle cipolle, rigirati ed unite i pezzi di salsiccia, ricopriteli con le cipolle e disponete  in superficie un primo strato di fettine di lonza di maiale, coprite con coperchio e  lasciate cuocere  nel recipiente fino a quando saranno diventate chiare e cominceranno ad arricciarsi.

Leggi qui altre ricette.

Mettetele in un lato del recipiente e formate un altro strato di fettine di maiale, anche quando queste saranno pronte rigirate e cuocete a fuoco basso per altri 5 minuti sempre con coperchio. Servite ben caldo con polenta appena fatta.

Questo piatto dell’alto Milanese si presta ad alcune varianti. Talvolta non si mettono i pomodori e si fa cuocere  la salsiccia nel vino bianco, prima di aggiungere gli altri ingredienti. Oppure si usano,  anziché la lonza di maiale, i ritagli di carne vicino alle ossa che sono più grassi e più saporiti, altre volte si elimina la salsiccia e al suo posto si aggiungono fettine di fegato e si bagnano le cipolle con mezzo bicchiere di vino rosso.

Segui su Instagram su @cuciniamoli

cuciniamolitutti

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: