Anguilla alla marinara

Anguilla alla marinara

Anguilla alla marinara

Ingredienti per 4 persone per Anguilla alla marinara
  • 500 gr di anguilla
  • circa 20 cipolline
  • 1 cipolla media
  • 150 gr di piccoli champignons
  • 1 scalogno o un porro piccolo
  • 25 gr di maizena
  • 40 gr di margarina di soia
  • 1/2 l di vino rosso
  • un bicchierino di Brandy
  • un mazzetto di erbe aromatiche
  • 1 spicchio d’aglio
  • qualche granello di pepe
  • sale

per accompagnare

  • 8 crostini di pane senza glutine dorati nella margarina di soia.

Distribuite sul fondo di una larga casseruola un trito ottenuto con la cipolla, l’aglio, lo scalogno, il mazzetto di erbe aromatiche ed alcuni granelli di pepe.

Poi, adagiatevi sopra i pezzi di anguilla, già spellati e puliti. Mettete sul fuoco vivo e bagnate con il brandy facendo evaporare il liquore. Leggi qui altre ricette.

Condite con una presa di sale e ricoprite di vino rosso, lasciate cuocere molto dolcemente per circa 25 minuti circa.

Trascorso questo tempo, estraete i  pezzi di anguilla dal condimento e trasferiteli in un tegame di terracotta. Vedi questo

Nel tegame in cui avete fatto cuocere l’anguilla, ponete le cipolline, brasate a parte, e gli champignons già sbollentati e sgocciolati .

Intanto fate addensare, a calore moderato, il sugo di cottura dell’anguilla, amalgamandolo alla margarina di soia con la mescolata con la maizena.

Continuate a mescolare fino a quando la salsa risulterà legata e cremosa.

Riprendete il tegame di terracotta con i pezzi di anguilla e rovesciatevi  le cipolline e funghi lasciando bene insaporire il tutto per alcuni minuti a fuoco moderato.

Infine, serviti pezzi di anguilla in un piatto di portata, disposti sopra dei crostini di pane senza glutine,  dorati nella margarina di soia e ricoperti con un po’ della gustosa salsa calda.

Potete Sostituire i funghi con 300 gr di patate lesse meglio se novelle piccole e sode ben calde procedendo per il resto come si è detto.

Se il fondo di cottura delle anguille è molto grasso, legatelo solo la maizena, eliminando la margarina di soia.

cuciniamolitutti

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: