Pandolce genovese senza late e senza glutine

Pandolce genovese senza late e senza glutine

Pandolce genovese senza late e senza glutine

Ingredienti per 6 persone
  • 500 gr di farina senza glutine
  • 125 gr di zucchero
  • 150 gr di margarina  di soia
  • 15 gr di lievito di birra
  • 30 gr di pinoli
  • 35 gr di pistacchi sgusciati
  • 30 gr di uva sultanina
  • 35 gr di arancia candita e tagliate a pezzettini
  • un pizzico di semi di finocchio
  • mezzo bicchiere di Marsala
  • 1/2 cucchiaino di acqua di fiori d’arancio
  • sale
Procedimento

Preparare un lievitino con 200 grammi di farina, il lievito di birra ed il pizzico di sale con qualche cucchiaio di acqua tiepida in modo  da ottenere un panetto morbido, che  metterete a lievitare in luogo tiepido fino a raddoppiamento del suo volume.

Trascorso questo tempo fate sciogliere in  una casseruola la margarina,  disponete a fontana sulla spianatoia il resto della farina con un altro pizzico di sale e  versate al centro la margarina sciolta.

Unite il  marsala,  l’acqua di fior d’arancio e lo zucchero continuando a lavorare energicamente gli ingredienti. Unite  il panetto lievitato e impastate bene ed a lungo con le mani, aggiungendo se occorre qualche cucchiaio d’acqua tiepida in modo da ottenere un impasto ben lavorato e soffice.

Aggiungete i pinoli, l’ uva sultanina, strizzata, i  pistacchi,  la frutta candita, i semi di finocchio e continuate a lavorare ancora la pasta con energia per almeno un quarto d’ora o più sino ad ottenere un impasto ben omogeneo al quale darete la forma di una grossa pagnotta rotonda. Leggi qui altre ricette.

Disponetevi, poi, la pagnotta in uno stampo rotondo di carta pergamena lasciandola lievitare per 12 ore in ambiente tiepido coperto con un tovagliolo. Vedi qui.

Terminata la lievitazione formate con la punta di un coltello affilato al centro una croce e passate subito in forno già caldo  a 200 gradi  per circa un’ora. Terminata la cottura sformate e lasciate raffreddare il dolce di servirlo.

E’ un ottimo dolce che richiede una laboriosa preparazione ed è eccellente consumato il giorno dopo

 

cuciniamolitutti

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: