Il limone proprietà e caratteristiche.

Il limone proprietà e caratteristiche.

Il limone proprietà e caratteristiche.

Il limone, nome scientifico Citrus Limon, è un agrume la cui pianta appartiene alla famiglia delle Rutacee. La pianta di limone può crescere fino a 6 metri di altezza e fiorisce circa 2 volte l’anno, con la fioritura che può durare anche 2 mesi.
Il frutto del limone ha la buccia gialla, che può essere liscia o ruvida, ricca di oli essenziali che vengono estratti per uso alimentare o anche in profumeria. La polpa è suddivisa in spicchi e al suo interno possono essere presenti o meno i semi. Esistono diverse varietà di limone, ma tutti con le medesime proprietà nutrizionali. Esiste anche una varietà con la buccia verde, chiamato verdello.

Quali sono le proprietà nutrizionali del limone?


In 100 g della parte commestibile del frutto del limone sono presenti 89,5 g di acqua e solo 11 Calorie. Queste ultime corrispondono per il 22% a proteine e per il restante 78% da carboidrati (in particolare, 2,3 g di zuccheri solubili e 1,9 g di fibre alimentari, in particolare pectine), mentre i lipidi sono virtualmente assenti.

La vitamina più abbondante è la vitamina C, apportata in dosi pari a 50 g ogni 100 g di limone.

La composizione nutrizionale

 

Varia se si prende in considerazione il solo succo: l’energia proveniente dai carboidrati (87%) aumenta rispetto a quella proveniente alle proteine (13%), ma corrisponde solo a zuccheri solubili (1,4 g ogni 100 g di succo). Quindi mentre consumando il frutto intero si assumono anche delle fibre, il succo di limone ne è privo. Anche le Calorie diminuiscono (6 per 100 g), mentre la quota di acqua aumenta (92,1%). Per quanto riguarda i micronutrienti, 100 g di succo di limone apportano 43 mg di vitamina C, 0,2 mg di niacina, 0,02 mg di tiamina e 0,02 mg di riboflavina, 140 mg di potassio, 14 mg di calcio, 10 mg di fosforo, 2 mg di sodio e 0,2 mg di ferro. Leggi qui tante ricette.

Ancora …

 

Nel limone sono inoltre presenti acidi organici, carotenoidi, flavonoidi (particolarmente abbondanti nella scorza e nell’albedo – la parte bianca degli agrumi), limonoidi amari e composti volatili (che costituiscono il 2,5% della buccia). Fra tutti si ricordano il limonene, l’alfa-terpinene, l’alfa-pinene, il citrale, le cumarine, la mucillagine e i flavonoidi eriocitrina ed esperidina.

Stagionalità del limone


Il Citrus limon è un sempreverde che produce frutti durante tutto l’anno. Una grande parte del prodotto raccolto è indirizzato verso le lavorazioni che permettono di estrarne il succo da utilizzare come tale o di ottenere altre bevande a base di limone. Anche la scorza, la polpa e i semi possono essere utilizzati a livello industriale, ad esempio per la produzione di oli o di pectine.

Segui su Instagram Cuciniamoli

cuciniamolitutti

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: