Un incontro speciale tra chef

Un incontro speciale tra chef

Un incontro speciale tra chef. Lo stellato Carlo Cracco accanto a Lorenzo Pizzo all’Hotel La Bitta.Tortolì, un incontro speciale tra chef. Lo stellato Carlo Cracco accanto a Lorenzo Pizzo all’Hotel La Bitta

Lo chef del noto albergo Ogliastrino, Lorenzo Pizzo, ha approfittato dell’occasione per conoscere personalmente Carlo Cracco e per farsi autografare il suo libro di ricette.

A bordo di una decappottabile bianca d’epoca, sono stati avvistati ieri a Tortolì lo chef Carlo Cracco e l’attore, comico e regista Diego Abatantuono.

La coppia era impegnata insieme ad una nutrita troupe nelle riprese di alcune scene per una serie televisiva. Dopo aver pranzato alla Cooperativa pescatori di Tortolì, hanno alloggiato e cenato alla Bitta, a Porto Frailis.

Lo chef del noto albergo ogliastrino, Lorenzo Pizzo, ha approfittato dell’occasione per conoscere personalmente Carlo Cracco e per farsi autografare il suo libro di ricette.

Una serata all’insegna della cucina d’autore

Una serata all’insegna della cucina d’autore con una grande firma internazionale e una promessa nel panorama dell’alta ristorazione. Lo chef stellato Carlo Cracco sarà protagonista, insieme all’Executive Alessandro Cocco, di una cena “a quattro mani” venerdì 30 ottobre all’Osteria del Forte, a Palazzo Doglio a Cagliari.

Per Alessandro Cocco, cresciuto al Forte Village con maestri come Gordon Ramsay e Heinz Beck, è la sua seconda volta ai fornelli al fianco di Cracco, icona mondiale dell’alta cucina italiana e personaggio televisivo.

“Un’occasione d’oro per la mia crescita personale, per l’Osteria del Forte, per Cagliari. C’ è tantissimo da imparare da un talento come lui”, racconta Cocco all’ANSA. E anticipa che la cena sarà a base di prodotti stagionali, locali e creativa, come nello stile del ristorante ospitato a Palazzo Doglio.

Tra i suoi piatti ci sarà il merluzzo nero con crema di finocchi aromatizzata all’ anice. Cracco, invece, porterà a tavola alcuni dei suoi cavalli di battaglia, ad esempio il celebre uovo soffice o il riso. leggi qui

“Da Carlo, chef talentuoso e sempre generoso, ho appreso più di un segreto, ad esempio su come affinare la cottura del riso o sulle numerose potenzialità dell’uovo – aggiunge Cocco – lavorando fianco a fianco con un maestro come lui ho compreso ancor di più che per mettere la firma su ogni piatto e renderla riconoscibile, oltre la tecnica servono estro e una personale visione della cucina”. leggi qui

cuciniamolitutti

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: